Data: 18 Ottobre 2020

Ora: Dalle 08:45 alle 16:30

Posizione: Palombara Sabina

Eventi

Un nuovo percorso all’interno del Parco Regionale dei Monti Lucretili, risaliamo la Valle di Casoli alle pendici settentrionali del Monte Gennaro (1271 m), seguendo il sentiero che conduce al Pratone (1017 m), in un fitto bosco di querce e faggi, troviamo un ambiente caratteristico di zone umide e ricche di venute d’acqua dal terreno. È il regno delle sorgenti: Capo d’Acqua, che nascono dall’incontro della roccia calcarea massiccia con una roccia marnosa e impermeabile. Itinerario medio,a tratti impegnativo, tra i più suggestivi e meno battuti dei Monti Lucretili.
Con le auto, partiti da Stazzano Nuovo, si percorrerà per circa 2,5-3 km una strada di campagna pavimentata che diventerà poi una sterrata, su cui parcheggeremo, all’inizio del sentiero.
Iniziamo a salire gradatamente e superiamo la deviazione per Fosso Capo d’Acqua, il percorso, da questo punto in poi, si svolgerà fino al Pratone, all’interno di un fitto bosco di faggi e lungo un torrente del quale, in alcuni tratti, possiamo ammirarne i salti d’acqua.
 
Lunghezza: km 14,5 
Dislivello complessivo: 650 m 
Difficoltà: E 
Durata escursione: 3,5h andata, 2,5h per il ritorno.
 
Pranzo al sacco, abbigliamento adeguato, acqua, vivamente consigliati bastoncini da trek, si prega avvertire gli accompagnatori della presenza di eventuali patologie, o di problematiche che potrebbero manifestarsi nel corso dell’escursione. Grazie.
 
Appuntamento: h 8:45 Palombara Sabina, Bar Pasticceria “Peccati di Gola”, via Rieti 12/14. Da qui ci sposteremo con le macchine all’inizio del percorso.
 
Quota sociale:
Escursione 10€ + ( per i non tesserati, 5€ tessera associativa 2020). Per i non tesserati comunicare via sms o telefono i propri dati anagrafici (cognome, nome, luogo, data di nascita e cf) entro le ore 17 di sabato 10 ottobre
 
 
Per questo periodo ci saranno delle semplici ma importanti regole da rispettare per partecipare alle nostre uscite
Eccole in dettaglio:
NON si potrà partecipare all’escursione per una qualsiasi delle seguenti ragioni:
se prima di una escursione si lamentano sintomi di infezioni respiratorie (febbre oltre i 37.5 °C), tosse, raffreddore 
se si ha avuto contatti con persone affette da COVID-19 nei 15 giorni precedenti l’escursione 
Le escursioni saranno a numero chiuso (gruppi ristretti) con prenotazione obbligatoria
Dovrete essere muniti di mascherina e gel disinfettante 
Con i propri compagni di escursione si dovrà sempre mantenere la distanza di sicurezza di almeno 2 metri, durante lo svolgimento della stessa. La mascherina andrà indossata nei momenti in cui non è possibile rispettare tali distanze 
I partecipanti devono attenersi scrupolosamente alle indicazioni degli accompagnatori, pena la decadenza del rapporto di affidamento e l’eventuale responsabilità degli stessi 
È fortemente sconsigliato il car sharing, ovvero dividere il viaggio con chi non sia un familiare o un convivente. Per cui gli appuntamenti saranno direttamente nel luogo della partenza
E’ vietato scambiarsi oggetti di qualsiasi tipo (cibo, acqua, bastoncini telescopici, smartphone, etc. etc) 
Se si dovesse starnutire è obbligatorio coprire la bocca con un braccio
La guida verificherà il rispetto delle condizioni di partecipazione all’inizio dell’escursione e potrà prendere decisioni insindacabili per il rispetto delle condizioni di sicurezza 
Quote sociali: dovrete inserire in una busta da lettera la quota precisa che verrà ritirata all’inizio dell’escursione
Il socio ha letto e approva il sopraindicato elenco di misure di sicurezza. Si impegna a metterlo in atto in occasione dell’escursione in data odierna.
 
Informazioni e Prenotazioni
Roberto De Carolis 3398585167
Raffaele Muti 3487410105
 
L’iniziativa è riservata ai soci in regola con l’iscrizione relativa all’anno 2020 ed in possesso della relativa tessera. Le Guide si riservano il diritto insindacabile di modificare il programma stabilito in caso di condizioni meteorologiche avverse tali da rendere pericoloso l’itinerario, in caso di impraticabilità di un sentiero, in caso di impossibilità di un partecipante a continuare l’escursione per problemi fisici e/o psicologici.