Data: 14 Luglio 2019

Ora: dalle 19:00 alle 20:30

Posizione: Ostia

Eventi

Un itinerario affascinante che ci condurrà a scoprire la nascita di Ostia moderna, denominata dal 1949 “Lido di Ostia”, e a conoscere alcuni dei suoi più significativi edifici, che sorsero dalla fine del XIX in poi, che rispecchiano le diverse tendenze artistiche allora di moda, spaziando dal tardo eclettismo, al gusto liberty e déco, fino al lessico razionalista degli anni Trenta del Novecento.
Fino all’età imperiale, Roma aveva in Ostia il suo porto. Nei secoli successivi, con il progressivo abbandono della città portuale, lo Stato Pontificio fece di Civitavecchia il principale porto sul mar Tirreno. Per oltre tre secoli il territorio del litorale e le zone interne rimasero una palude semidesertica dove per molti mesi all’anno dominava incontrastata la malaria, rendendo la zona inabitabile. Solo dopo l’Unità d’Italia nel 1861 e la successiva conquista di Roma nel 1870, le necessità di espansione di Roma Capitale resero urgente l’utilizzo di quelle aree che si affacciavano sul mare e si iniziò a bonificare il territorio.
Dal 1910 vennero realizzati i primi piani regolatori della “Nuova Ostia”, concepita inizialmente come una città balneare, secondo la moda diffusasi in Europa a inizi ‘900, simile alle grandi spiagge nate in quegli anni come Viareggio o come quelle che negli anni della Belle Époque conobbero il loro più glorioso sviluppo, come Brighton in Inghilterra, Montecarlo, Cannes e Nizza in Francia.
Negli anni Venti con Mussolini tramonterà definitivamente l’idea di realizzare un moderno porto commerciale a Ostia ad uso della capitale, idea portata avanti a partire dagli anni Ottanta del XIX dall’ingegnere Paolo Orlando. Si farà avanti invece l’idea di espandere la capitale verso il mare, come si può leggere dall’iscrizione presso il Palazzo degli Uffici dell’EUR: “La Terza Roma si dilaterà sopra altri colli lungo le rive del fiume sacro sino alle spiagge del Tirreno”.
Fu così che da piccolo sobborgo marino con poche case di altezza limitata, circondate ancora dalle dune, Ostia s’identificò sempre di più con un quartiere urbano satellite della capitale.
Negli anni Trenta si concentrarono nel Lido di Ostia significativi episodi architettonici. Tra questi, i “villini signorili” progettati dall’architetto Adalberto Libera, uno dei massimi esponenti del Razionalismo italiano, che divennero il punto di riferimento culturale dell’architettura del litorale romano degli anni Trenta e diedero il via alla realizzazione di altre costruzioni simili, dotando Ostia di un tessuto edilizio di assoluto valore.

A fine tour, per chi vorrà, avremo la possibilità di cenare in uno dei più caratteristici locali di Ostia, degustando un’ottima cena di pesce.

** Per i partecipanti alla visita guidata che si vorranno fermare anche alla cena, sarà previsto uno sconto sul prezzo del menù.
Nei prossimi giorni vi daremo maggiori dettagli sulla cena.

Chi vorrà rimanere per la cena, lo dovrà specificare al momento della prenotazione.

Durata della visita: 1.45 circa

✅QUOTA DI PARTECIPAZIONE :

Il costo della visita guidata, comprensivo di noleggio di radioguida, è di € 12,00 euro a persona.

L’evento è riservato ai tesserati Nomos Trek in possesso della regolare tessera associativa valida per il 2019.
PER CHI NON FOSSE SOCIO NOMOS, SI PUO’ TESSERARE AL MOMENTO. Il costo della tessera è di 5 euro con scadenza 31/12/2019.

✅ La quota di partecipazione si versa esclusivamente in contanti il giorno stesso della visita, direttamente sul posto. Si prega di portare la quota esatta da versare.

Per partecipare alla visita guidata è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com o un messaggio whatsapp al 347/7301146 indicando la data e il titolo della visita, il nome e cognome dei partecipanti e un numero di cellulare su cui potervi contattare in caso di necessità.


✅INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI
Maria Alessandra de Caterina
347/7301146 (preferibilmente via whatsapp)
prenotazioni@vogliadiarte.com
Storica dell’Arte e Guida turistica abilitata

Chi è impossibilitato a partecipare è pregato di comunicarlo entro le 24 ore precedenti la visita, inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com